Responsabilità civile dei magistrati: SONO CONTRARIA!

Responsabilità civile dei magistrati: SONO CONTRARIA!

toghe-giustizia

Vorrei dire che sono totalmente contraria alla responsabilità civile dei magistrati e che se non fosse stato per un puro ed illuminante momento di strategia politica- certo prontamente strumentalizzato dai nostri detrattori ad ogni costo- la nostra votazione sarebbe stata come tutti sapete scontata ossia CONTRO.
Prendo in prestito le parole di Giulia Sarti nostra deputata in commissione giustizia.
“IL PD è SPACCATO, NOI NON SIAMO LA STAMPELLA DELLA MAGGIORANZA

Oggi ci siamo astenuti alla Camera sull’emendamento di Pini (Lega) per introdurre la responsabilità civile diretta dei magistrati. La nostra è stata pura strategia politica. Il PD avrebbe votato contro, dicevano. E allora, li abbiamo messi alla prova PER VEDERE SE FANNO QUELLO CHE DICONO.
Risultato contrario: il PD si è spaccato, non solo, la maggioranza ha votato a favore e quindi l’emendamento è passato.
Noi restiamo contrari a questa misura e infatti al voto definitivo che ci sarà in Senato, quello che conta, voteremo compatti CONTRO.
È emersa di nuovo l’INCOERENZA DEL PD, il passaggio di questo emendamento è la dimostrazione che LE LARGHE INTESE CONTINUANO!
I VOTI PARLANO CHIARO.
Voglio rispondere al deputato Danilo Leva (PD) che ci accusa dicendo: “Tanto rumore per nulla”.
QUI NON SI TRATTA DI RUMORE MA DI FATTI: oggi il PD ha palesemente dimostrato di essere spaccato. La maggioranza vuole la responsabilità civile diretta dei magistrati.
È inutile nascondersi e minimizzare. Le larghe intese funzionano benissimo e sono loro i migliori alleati del centrodestra. Ci siamo astenuti solo ed esclusivamente per far emergere questo dato davanti agli occhi di tutti.
A chi dice che siamo noi i responsabili dell’approvazione di questo emendamento rispondo che NOI NON SIAMO LA STAMPELLA DELLA MAGGIORANZA.
Loro hanno i numeri in Aula per far passare alla Camera quello che vogliono. Se il PD fosse stato unito nel giudicare questo emendamento come un danno all’indipendenza e alla tutela della magistratura, avrebbero potuto benissimo non farlo approvare. Invece no, scaricano la colpa sull’opposizione perché non sanno come giustificare 60 voti del loro partito che sono in linea con il centrodestra!
Vorrei sottolineare che Danilo Leva mente anche quando dichiara di aver presentato in commissione giustizia una riforma organica della legge Vassalli: la sua proposta di legge consta di UN UNICO ARTICOLO che comporta un semplice adeguamento della normativa interna a quella europea. Vedere per credere:
http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/stampati/pdf/17PDL0012470.pdf
http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/responsabilita-dei-giudici-m5s-la-nostra-astensione-smaschera-il-pd-20140611_151943.shtml“.