Gestione di appalti per 470 milioni di euro collegata proprio al piano carceri – INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/04918

ATTO CAMERA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/04918

Dati di presentazione dell’atto

Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 232 del 20/05/2014

Firmatari

Primo firmatario: GRILLO GIULIA
Gruppo: MOVIMENTO 5 STELLE
Data firma: 20/05/2014

Elenco dei co-firmatari dell’atto
Nominativo co-firmatario Gruppo Data firma
MANTERO MATTEO MOVIMENTO 5 STELLE 20/05/2014
DI VITA GIULIA MOVIMENTO 5 STELLE 20/05/2014
GIORDANO SILVIA MOVIMENTO 5 STELLE 20/05/2014
CECCONI ANDREA MOVIMENTO 5 STELLE 20/05/2014
DALL’OSSO MATTEO MOVIMENTO 5 STELLE 20/05/2014
LOREFICE MARIALUCIA MOVIMENTO 5 STELLE 20/05/2014
Destinatari

Ministero destinatario:

  • MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELLA GIUSTIZIA delegato in data 20/05/2014

Stato iter:

IN CORSO

Atto CameraInterrogazione a risposta scritta 4-04918

presentato da

GRILLO Giulia

testo di

Martedì 20 maggio 2014, seduta n. 232

GRILLO, MANTERO, DI VITA, SILVIA GIORDANO, CECCONI, DALL’OSSO e LOREFICE. — Al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che:
Alfonso Sabella, vicecapo della organizzazione giudiziaria del Ministero della giustizia, precedentemente pm e con due esperienze al Dap (dipartimento di amministrazione penitenziaria), ha avviato un’indagine sulla gestione di appalti per 470 milioni di euro collegata proprio al piano carceri, presentato nell’ottobre 2013 da Angelo Sinesio, stretto collaboratore del Ministro pro tempore Anna Maria Cancellieri;
da quanto riportato da un articolo dell’11 febbraio 2014 di Repubblica.it, Sinesio è l’uomo di fiducia che si occupa dei penitenziari, prefetto di carriera, da sempre legato al Ministro pro tempore Cancellieri, tanto da essere stato il suo vice a Catania quando la stessa ne rivestiva il ruolo di prefetto, ed era il capo della sua segreteria tecnica quando l’attuale Guardasigilli era al Viminale;
la procura della Repubblica di Roma ha aperto un fascicolo di indagine preliminare, con riferimento al rapporto presentato da Alfonso Sabella, per indicare situazioni di criticità e anomalie nel piano carceri;
il rapporto del dottor Sabella solleva alla magistratura il dubbio che il piano carceri sia frutto di «un’appropriazione indebita», poiché fa propri gli interventi fatti dal dipartimento di amministrazione penitenziaria e dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, come ad esempio, i nuovi padiglioni di Modena, Terni, S. Maria Capua Vetere, Livorno, Catanzaro, Nuoro;
altresì, il piano carceri si appropria di opere progettate, realizzate e pagate dal dipartimento di amministrazione penitenziaria e dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, «aumentando virtualmente il numero dei posti che avrebbe realizzato il commissario»;
come risulta da articoli di giornale, Sabella, con una lettera inviata al direttore del dipartimenti di amministrazione penitenziaria Giovanni Tamburino, denunciò immediatamente l’utilizzo di «dati non corretti e circostanze non veritiere», e un «non fruttuoso impiego di risorse pubbliche» contenute nel piano carceri che era stato predisposto da Sinesio e presentato alla Camera il 22 ottobre 2013, perché egli propose un piano da 200 milioni di euro per recuperare 70 mila posti, contro invece un piano che, inizialmente proposto ne prevedeva una spesa di 696,5 milioni di euro per incrementare la capienza delle strutture di 9.050 unità, per arrivate poi a parlare di 12 mila posti con 470 milioni;
dunque, un’incongruenza, una serie di dati non corretti relativi ad appalti ben più cari e redditizi delle ristrutturazioni necessarie;
senza contare la fittizia «pubblica selezione» per la nomina a responsabile della struttura amministrativo-finanziaria, per la gestione della cassa da 500 milioni di euro, il cui avviso è stato pubblicato non sulla Gazzetta ufficiale, bensì solo nel sito del piano carceri;
un bando difficile se non impossibile da trovare, perché bisognava cliccare su «trasparenza», poi «atti», poi «decreti commissariali», poi «decreti vari», poi «avviso pubblico di selezione»; procedura contorta per riuscire a presentare domanda entro sette giorni, tranne che per gli autori, e comunque seppur si riusciva ad arrivare allink definitivo, si sarebbe finiti davanti a un indirizzo e-mail sbagliato: pianocerceri@interpec.it, con una «e» al posto della «a»;
alla fine, la nomina è ricaduta su Fiordalisa Bozzetti, stipendio da 10 mila euro al mese, commercialista di Firenze, moglie di Mauro Draghi, architetto in servizio al dipartimento di amministrazione penitenziaria e responsabile del gruppo tecnico, scelto dall’ex commissario Franco Ionta come coordinatore di tutte le progettazioni;
da ultimo, come se tanto non bastasse, invece di prendere esclusivamente ditte affidabili del dipartimenti di amministrazione penitenziaria per la gara d’appalto, sono state invitate 10 imprese di cui solo tre nella lista del dipartimento di amministrazione penitenziaria, come ha spiegato Sabella, e comunque, nella maggior parte dei casi, si è trattato di gare non pubbliche ma di affidamenti individuali, con appalti suddivisi in due parti, con costi raddoppiati e violazione delle norme antimafia –:
se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti di cui in premessa e non ritenga opportuno ritirare il piano carceri presentato;
se ritenga il Ministro sussistere un evidente caso di conflitto di interessi riguardo alla nomina di Fiordalisa Bozzetti e dunque se non ritenga necessario ripresentare un nuovo avviso pubblico basato sul principio di trasparenza;
se ci siano e quali siano oggi i cantieri avviati e se siano state affidate le direzioni lavori, in quanto, essendo decorsi quattro anni dalla dichiarazione dello stato di emergenza e due dalla nomina di Sinesio, al momento sembra avviato un solo padiglione a fronte di oltre 450 milioni di euro immobilizzati nella contabilità speciale;
quali decisioni intenda assumere riguardo a tale sconcertante questione per evitare l’ennesimo scandalo, che appare agli interroganti, un manifesto furto a scapito degli italiani. (4-04918)

Competenze

, , , , ,

Postato il

mercoledì 23 Luglio 2014