DISCARICHE SICILIANE E ACQUE REFLUE

DISCARICHE SICILIANE E ACQUE REFLUE

DISCARICHE SICILIANE

La mafia delle discariche per giungere nuovamente al commissariamento: http://meridionews.it/articolo/29871/il-grande-gioco-delle-discariche-per-favorire-i-grandi-affari-tutto-ruota-attorno-alle-montagne-di-rifiuti-di-siculiana/

Di seguito trovate i link che sono stati presentati per sollecitare il Governo sulla questione, e in particolare sul fatto che – per bocca dello stesso Governo (Velo in Commissione Ambiente e Galletti nella bicamerale rifiuti) – non sono state stanziate le somme necessarie (seconda interrogazione) per intervenire su tutte le discariche oggetto del contenzioso, e da oggi oggetto della condanna.

Interrogazioni in Commissione

http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=23673&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27MANNINO+CLAUDIA%27+%7C+%27discariche%27+%7C+%27abusive%27+%7C+%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+IMMEDIATA+IN+COMMISSIONE%27

http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=21769&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27MANNINO+CLAUDIA%27+%7C+%27discariche%27+%7C+%27abusive%27+%7C+%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+IMMEDIATA+IN+COMMISSIONE%27

Emendamento alla legge di stabilità non approvato (n. 29.6)

http://documenti.camera.it/apps/emendamenti/getPropostaEmendativa.aspx?contenitorePortante=leg.17.eme.ac.2679-bis&tipoSeduta=1&sedeEsame=referente&urnTestoRiferimento=urn:leg:17:2679:bis:null:com:05:referente&dataSeduta=null&idPropostaEmendativa=29.6.&position=20141118

Ordine del giorno alla legge di stabilità accolto  

http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=28621&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27MANNINO+CLAUDIA%27+%7C+%27discariche%27+%7C+%27abusive%27+%7C+%27ODG+IN+ASSEMBLEA+SU+P%2ED%2EL%2E%27

TRATTAMENTO ACQUE REFLUE

– interessantissimo l’ultimo servizio di report di domenica (dal minuto 11 si parla della sicilia http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-fa53f37d-f925-429d-ad60-d1b7bd9c0f64.html)

– in allegato trovate una interrogazione sulla procedura di infrazione 2014/2059 riguardante il trattamento delle acque reflue urbane

Su questo tema l’Italia ha già subito due condanne dalla Corte di Giustizia europea, in particolare sulle procedure di infrazione 2004/2034 e 2009/2034.

Le sentenze (comprese le zone incriminate) le trovi a questi link:
http://curia.europa.eu/juris/document/document.jsf?text=&docid=125235&pageIndex=0&doclang=it&mode=lst&dir=&occ=first&part=1&cid=35251

http://curia.europa.eu/juris/document/document.jsf?text=&docid=150789&pageIndex=0&doclang=it&mode=lst&dir=&occ=first&part=1&cid=35345
Come se ciò non bastasse, la Commissione europea, in data 28 marzo 2014, ha inviato al nostro Paese una ulteriore lettera di messa in mora riguardante la violazione della direttiva 91/271/CEE art. 3,4,5,10. In parole povere, Bruxelles contesta che in 1.007 agglomerati (ci sono anche Roma, Pisa, Firenze, Napoli e Bari) non ci siano tutte gli impianti idonei a trattare gli scarichi ovvero alcune città non hanno neanche le reti fognarie adatte alle acque reflue urbane.
Le regioni coinvolte in questo ultimo procedimento sono Abruzzo (27 agglomerati), Basilicata (41), provincia di Bolzano (2), Calabria (130), Campania (115), Emilia Romagna (10), Friuli Venezia Giulia (8), Lazio (6), Liguria (9), Lombardia (115), Marche (46), Piemonte (3), Puglia (37), Sardegna (64),  Sicilia (175), Toscana (42), provincia di Trento (2), Umbria (9), Valle d’Aosta (2), Veneto (37). Per le località e le inadempienze puntuali consultare l’allegato.
Di questi, 11 agglomerati sono risultati non conformi all’art. 3 della Direttiva; 583 agglomerati sono risultati non conformi agli articoli 3 e 4 della Direttiva; 383 agglomerati sono risultati non conformi all’art. 4 della Direttiva; 6 agglomerati sono risultati non conformi agli articoli 4 e 5 della Direttiva; 24 agglomerati sono risultati non conformi all’art.5 della Direttiva.

Competenze

, ,

Postato il

lunedì 19 gennaio 2015