Fondi Ue: D’Amato (M5S): “L’Italia ha perso 172 milioni di euro”

Fondi Ue: D’Amato (M5S): “L’Italia ha perso 172 milioni di euro”

L’Italia ha perso 172 milioni di fondi europei relativi alla programmazione 2007-2013. Si tratta di risorse sottratte allo sviluppo sostenibile, alla prevenzione antisismica, alla lotta al dissesto idrogeologico. Uno schiaffo ai cittadini frutto dell’incapacità amministrativa del Pd, della sua classe dirigente locale e dei governi Renzi-Gentiloni“.

Lo denuncia l’eurodeputata del MoVimento 5 Stelle Rosa D’Amato, che ha consultato i report trimestrali di fine giugno della Direzione generale Bilancio della Commissione europea. “Colpisce il fallimento della programmazione in Sicilia, targata Pd e Crocetta“, che in totale avrebbe perso 123 milioni, attacca l’eurodeputata, secondo la quale desta “particolari preoccupazioni” anche il PON Ricerca e Competitivita’, con pagamenti fermi al 74% (ad oggi dovrebbero essere del 95%), per una somma totale da liquidare pari a ben 800 milioni di euro. “La situazione non migliora nemmeno per quanto riguarda la nuova programmazione 2014-2020”, afferma D’Amato, “faccio fatica a comprendere i toni trionfalistici con cui il ministro De Vincenti e l’Agenzia per la Coesione Territoriale avevano annunciato in primavera di avere raggiunto tutti i target di spesa. E il governo dovrebbe spiegare le ragioni dei ritardi nelle nomina delle autorita’ di gestione dei Programmi 2014-2020“. “Anche nell’ottica di un possibile ridimensionamento del budget europeo post-2020, occorre dimostrare il grande valore aggiunto dei progetti finanziati con i fondi strutturali e di investimento”, conclude l’eurodeputata.