Fibromialgia: inserimento della patologia nei Lea ora è più vicina

Fibromialgia: inserimento della patologia nei Lea ora è più vicina

Quella di oggi potrebbe essere stata davvero una giornata di svolta per garantire un sacrosanto sostegno a quei quasi due milioni di cittadini che, si stima, soffrono di fibromialgia. Con l’odierna approvazione della risoluzione in commissione Affari Sociali – che accoglie gran parte dei punti contenuti nella prima risoluzione presentata, a firma del deputato del MoVimento Matteo Mantero – il governo si impegna includere questa sindrome nell’elenco delle malattie cronache che rientrano nei nuovi Lea.

A questo punto diventa fondamentale che il governo dia seguito a questo impegno già nel corso dell’approvazione del Decreto Fiscale, attualmente in discussione al Senato. A questo scopo il MoVimento presenterà un apposito emendamento in Parlamento proprio per consentire che l’esenzione dal pagamento del ticket diventi realtà già nelle prossime settimane.

La risoluzione approvata prevede tra l’altro anche l’avviamento di un piano di informazione e formazione al personale sanitario, al fine di consentire una più ampia e approfondita conoscenza della sindrome, la promozione della sperimentazione di cure integrate alla fibromialgia – agopuntura, ozonoterapia, idroterapia – e l’assunzione di iniziative per promuovere il telelavoro, a distanza o domiciliare, per i soggetti che soffrano di questa malattia”.

I cittadini italiani stanno aspettando da troppo tempo l’esenzione dal pagamento del ticket e un percorso di cura e riabilitazione chiaro e omogeneo tra tutte le nostre regioni, che attualmente procedono in ordine sparso. Proprio per sanare questo vulnus, la risoluzione prevede anche l’individuazione sia di centri di riferimento regionali multidisciplinari dedicati alla ricerca o all’attività clinico-assistenziale sulla sindrome della fibromilagia, sia delle migliori esperienze sulla materia – realizzate nelle Regioni e da società scientifiche che hanno realizzato percorsi terapeutici di cura della sindrome – , al fine di intraprendere un percorso diagnostico terapeutico assistenziale che diventi il modello di riferimento per la futura standardizzazione nazionale.