Cyberbullismo: legge sabotata che censura web e non tutela minori

Cyberbullismo: legge sabotata che censura web e non tutela minori

Cari amici, ieri è stata votata una legge che potrebbe incidere profondamente sulle nostre vite se diventasse definitiva così com’è.
Una legge nata per proteggere i minorenni dai fenomeni di bullismo e cyberbullismo è stata usata vilmente da un partito,il NON democratico senza pudore, per attuare una repressione della libertà di espressione unica in tutta Europa. Già ripresa e stigmatizzata all’estero: http://bit.ly/2cHfysX
Una legge che doveva essere prevalentemente incentrata sulla prevenzione di questi fenomeni. Per la quale occorrerebbero risorse economiche, risorse umane ma soprattutto un’idea di stato e società che questi partiti non hanno e non avranno mai neanche fra 100 anni.
Se fosse passata la riforma costituzionale con il nuovo bicameralismo questa legge sarebbe entrata in vigore con guai enormi per tutti noi oltre che per gli evidenti motivi di incostituzionalità (articolo 21).
Per fortuna esiste ancora il bicameralismo perfetto e abbiamo la speranza che in Senato possa essere migliorata.
Putroppo pochi si rendono conto dell’importanza e delicatezza del processo legislativo.
Io stessa quando non ero in Parlamento non ne avevo percezione.
Creare una legge è come plasmare la forma che la vita di un essere umano deve avere.
La legge delinea i confini, la forma e lo sviluppo dei contenuti della nostra persona. E poichè fra di noi interagiamo all’interno della società in cui viviamo, la legge delinea confini forma e contenuti della stessa.
La responsabilità di fare una legge buona o cattiva è enorme e chiunque metta mano a una legge dovrebbe esserne perfettamente consapevole.
Qui invece in Parlamento e al Governo regna sovrana l’anarchia. Il primo che arriva propone, modifica, crea mostri giuridici che si abbattono sulle nostre vite come invisibili asteroidi.
Oggi con grande serietà e responsabilità abbiamo cercato di svolgere al meglio il compito che ci avete affidato.
In particolare ringrazio Marialucia Lorefice, Massimo Massimo Enrico Baroni portavoce M5S alla Camera dei Deputati e Vittorio Ferraresi che hanno dato l’anima su questo provvedimento come sugli altri nell’unico interesse del popolo italiano e che hanno scelto con coscienza di opporvisi.
Mi sono sentita fiera di avere questi “compagni di viaggio” e felice per questo paese perchè so che almeno noi, pur con tutti i fisiologici limiti intrinseci della natura umana che certo abbiamo visto che non veniamo dallo spazio, siamo qui per tutelarvi, per fare il massimo con il 100% di noi stessi, della nostra sincerità e della nostra dedizione.

Qui di seguito trovate la dichiarazione di voto di Massimo Enrico Baroni